Milano, 02 luglio 2010

Scarica tutte le classifiche del meeting ASPRIA SWIMMING CUP 2010 da questo link

COMUNICATO STAMPA

FEDERICA MIGLIORE PRESTAZIONE NELLA SECONDA GIORNATA DELLA QUARTA EDIZIONE DELL’ASPRIA SWIMMING CUP – TROFEO BANCA POPOLARE DI MILANO

La competizione si è chiusa con la vittoria assoluta della Pellegrini, che si conferma la migliore nuotatrice del panorama italiano


Due intense serate di gara, un centinaio di atleti coinvolti, pubblico numeroso e moltissimi giornalisti. Questo il bilancio, tutto positivo, della quarta edizione della Swimming Cup 2010, che si è chiusa il 1 luglio. Regina indiscussa del meeting è stata Federica Pellegrini, che ha vinto non solo due ori per i 100 e i 200 metri stile libero, ma che ha anche realizzato la migliore prestazione del torneo.

Ma procediamo con ordine. La prima sfida si è svolta sulla distanza dei 100 metri stile libero, dove il tifo è stato tutto per Filippo Magnini, che però, come già nella competizione dei 200, si è classificato secondo, con un tempo di 49.93, battuto sul filo di lana dal keniota Jason Dunford, 49.76. Terzo si posiziona Eamon Sullivan, l’australiano che ferma il cronometro sui 50.87.

Quindi è stata la volta delle italiane, che già ieri si erano confrontate sui 50 metri rana, per una sfida sulla lunghezza doppia: Irene Bonora, Miriam Corsini, Chiara Boggiato, Michela Guzzetti, Martina Carraro, Daria Albergoni e Erica Casarotto, oltre alla russa Yulia Efimova. Ed è proprio l’atleta russa a guadagnarsi l’oro, con 1’08.93, seguita da Chiara Boggiatto, 1’10.47 e da Michela Guzzetti, 1’11.97.

Subito dopo, una sfida spettacolare in cui gli atleti percorrono ben otto vasche: i 400 metri stile libero uomini, gara da gestire con sapienza per dosare le forze fino alla fine, senza perdere in velocità. I grandi favoriti erano Samuel Pizzetti, Emiliano Brembilla, che però non ha gareggiato, Federico Colbertaldo e lo statunitense Peter Vanderkay. Quest’ultimo si è aggiudicato la vittoria con 3’53.10, seguito a brevissima distanza da Colbertaldo, 3’54.49 e da Pizzetti, 3’56.69.

Una dietro l’altra le due competizioni sui 50 metri farfalla, in cui sono scese in vasca prima le donne, tra cui la campionessa svedese Therese Alshammar, vincitrice indiscussa con 26.08, mentre Diane Bui Duyet è arrivata seconda con 27.29 e l’azzurra Laura Letrari terza con 28.23, e poi gli uomini. Questa seconda sfida, dove era favorito il russo Evgeny Korotyshkin, medaglia di bronzo con 24.27, si è chiusa con un ex aequo tra Jason Dunford e Geoff Huegill, entrambi a 23.98.

Podio tutto italiano per la 100 metri dorso, dove sale sul gradino più alto Matteo Giordano, con il tempo di 56.17, seguito da Mirko di Tora, campione nei 50 e nei 100 metri dorso nelle scorse Olimpiadi di Roma, 56.59, e da Stefano Pizzamiglio, 57.14. Solo quarto il russo Arkady Vyatchanin, bronzo olimpico dei 100 e 200 dorso.

La penultima competizione è stata la più attesa e applaudita. Sui 200 metri stile libero Federica Pellegrini ha dato spettacolo con una vittoria che l’ha incoronata migliore atleta della Swimming Cup 2010, con un tempo di 1'57.04. A tre lunghissimi secondi di distanza l’ungherese Evelyn Verrasztò, 2’.00.63, e la francese Coralie Balmy, 2’00.70. Le altre italiane si posizionano in quest’ordine: Martina De Memme, Erica Buratto, Elisa Figini, Silvia Meschiari ed Elisa Apostoli.

Per chiudere in bellezza, due gare a eliminazione australiana con partenze ogni tre minuti sulla lunghezza dei 50 metri, rana per le donne e stile libero per gli uomini. Tra le donne è ancora Yulia Efimova a conquistare il gradino più alto del podio, seguita da Chiara Boggiatto, l’unica italiana che ha resistito fino alla fine. Eamon Sullivan vince la competizione maschile, battendo Jason Dunford con un secondo di vantaggio.

La Swimming Cup vi dà appuntamento per il prossimo anno, sempre a Milano all’Aspria Harbour Club.


il "QUOTIDIANO"rivista ufficiale Aspria 2010 Swimming Cup - 01 luglio 2010

Milano, 01 luglio 2010

COMUNICATO STAMPA

PELLEGRINI SHOW NELLA PRIMA GIORNATA DELLA QUARTA EDIZIONE DELL’ASPRIA SWIMMING CUP –
TROFEO BANCA POPOLARE DI MILANO

La competizione ha visto in gara i migliori nuotatori del mondo, che si sono sfidati sul filo del cronometro


Prima giornata di gare per il meeting milanese, che vede protagonisti i grandi campioni del nuoto internazionale. Tribune affollate e grande tifo soprattutto per gli atleti di casa nostra, tra cui spiccano i nomi eccellenti di Federica Pellegrini e Filippo Magnini.

A inaugurare le gare di mercoledì è stata la sfida sui 100 metri delfino, dove l’attenzione è stata catalizzata dal russo Arkady Vyatchanin, bronzo olimpico dei 100 e 200 dorso e l’australiano Endrew Lauterstein, bronzo olimpico dei 100 delfino ed ex primatista nella specialità, oltre che autore della migliore performance nel corso della passata edizione della Swimming Cup. La vittoria è andata però a Jason Dunford, Kenia, che ha battuto, con 52"66, Geoff Huegill, australiano, 53"28 mentre il terzo classificato è stato Andrew Lauterstein, suo compatriota, con 54"27.

Subito dopo i 50 metri stile libero donne, dove un nutrito gruppo di atlete italiane, in rigoroso ordine di corsia, Valentina Lobbia, Laura Letrari, Cristina Maccagnola, Giulia Fiorani e Luana Negrini, hanno conteso la palma della vittoria a Therese Alshammar, nuotatrice svedese di fama e talento specialista nella lunghezza, che ha detenuto il record mondiale dei 50 farfalla. Prima proprio Therese, 24"74, seconda l’italiana Laura Letrari, 26"52 e terza la serba Miroslava Najdanovski, 26"67.

Quindi la sfida dei 50 metri stile libero uomini, con l’australiano Eamon Sullivan, già primatista mondiale in questo stile, che ha vinto il primo posto con il tempo di 22"81, seguito da George Bovell, Trinidad e Tobago, 22"85, e l’azzurro Marco Orsi, 22"91.

Sono seguiti i 50 metri rana femminile, in cui le corsie sono state occupate quasi solo da italiane: Irene Bonora, Miriam Corsini, Chiara Boggiato, Michela Guzzetti, Martina Carraro, Daria Albergoni e Erica Casarotto, contro la russa Yulia Efimova. Ed è proprio la russa a vincere con il tempo di 30"96, seguita da Martina Carraro, 32"81 e Michela Guzzetti, 33"01.

Mirko di Tora, campione nei 50 e nei 100 metri dorso nelle scorse Olimpiadi di Roma, è stato uno dei protagonisti della competizione sui 50 metri dorso, in cui è arrivato secondo con 26"24, primo invece l’altro italiano Stefano Pizzamiglio, 26"19, e terzo il compatriota Matteo Giordano, 26"37.

Attesissima la prima gara di Federica Pellegrini sui 100 stile libero. La campionessa italiana gareggerà anche oggi sui 200, stessa specialità, dopo la vittoria con 55"80 di ieri, seguita da Erica Buratto, 57"18, e da Miroslava Najdanovski, 57"47.

Penultima competizione per Samuel Pizzetti, Emiliano Brembilla, Federico Colbertaldo, Peter Vanderkay e il plurimedagliato Filippo Magnini che sono scesi in vasca per i 200 stile libero. Magnini arriva solo secondo, con il tempo di 1’49”84, mentre la palma della vittoria va allo statunitense Peter Vaderkay, 1'49"44, e il terzo posto è di Alex Di Giorgio, 1'52"54.

Dulcis in fundo, la prima giornata si è conclusa con una novità: due gare a eliminazione australiana con partenze ogni tre minuti sulla lunghezza dei 50 metri, stile delfino, maschile e femminile. Una competizione molto stancante perché non permette agli atleti di riposarsi e di riprendere le forze. Vince la competizione femminile Therese Alshammar, che ha sconfitto nell’ultima tranche la francese Diane Bui Duyet. Per gli uomini arriva primo il keniota Jason Dunford e secondo l’australiano Geoff Huegill.

Oltre alle sfide tra i big, si sono svolte anche le competizioni tra i migliori giovani atleti del nuoto lombardo.

La Swimming Cup continua anche oggi, 1° luglio, a partire dalle ore 20. La telecronaca in diretta dell’evento andrà di nuovo in onda su Rai Sport dalle 20.45 alle 21.45. Il commento è affidato a Enrico Cattaneo e a Luca Sacchi.



il "QUOTIDIANO"rivista ufficiale Aspria 2010 Swimming Cup - 30 giugno 2010


Intervista a Alessandro Carpignano, direttore generale Arena Italia

Quarta edizione della Swimming Cup e quarto anno consecutivo di sponsorizzazione Arena. L’azienda, leader nel settore dello sports water-wear, ancora una volta ha scelto di sostenere la competizione presso l’Harbour Club a conferma del grande valore tecnico e sportivo del meeting.

Arena, dunque, in qualità di technical sponsor, fornirà per l’occasione il miglior equipaggiamento tecnico a tutto lo staff organizzativo e porterà alcune punte di diamante del suo Arena Elite Team, come a campionessa svedese Therese Alshammar, oro nei 50 metri farfalla ai Mondiali di Roma e il russo Evgeny Korotyshkin, attuale detentore della terza prestazione mondiale dell’anno sui 50 metri farfalla.

«Siamo estremamente orgogliosi di confermare ancora una volta questa partnership tecnica, che per noi rappresenta un modello di collaborazione sinergica e vincente - afferma Alessandro Carpignano, Direttore Generale di Arena Italia -. Il successo conseguito nel corso degli anni da questa manifestazione, che punta a sviluppare e sostenere il nuoto anche in una dimensione più spettacolare, rappresenta di riflesso anche per noi un segnale positivo del nostro impegno e della nostra cooperazione. Siamo pienamente soddisfatti della fiducia che gli organizzatori del meeting continuano a riporre nelle nostre iniziative e ci auguriamo caldamente di poter proseguire su questa strada anche per i prossimi anni»


Intervista a Giovanni Pipi, direttore commerciale Banca Popolare di Milano

Banca Popolare di Milano ha rinnovato per il quarto anno consecutivo il proprio appoggio quale title sponsor alla Swimming Cup. Una scelta in linea con la strategia del Gruppo di essere presente in ogni occasione di grande sport dell’area milanese.

«La nostra sponsorizzazione – ci racconta il direttore commerciale, Giovanni Pipi, - è la diretta conseguenza dell’attenzione che riserviamo a ogni manifestazione sportiva che si svolge sul nostro territorio. Alla Swimming Cup abbiamo aderito con particolare entusiasmo fin dalla sua prima edizione, perché abbiamo sempre creduto alla necessità di riportare il grande nuoto internazionale a Milano. E il prestigio e il seguito che l’evento ha acquisito nel tempo ci ha dato ragione di questa scelta. Abbiamo sostenuto questa iniziativa con tale vigore da farla diventare Trofeo Banca Popolare di Milano».

il "QUOTIDIANO"rivista ufficiale Aspria 2010 Swimming Cup - 29 giugno 2010


Milano, 28 giugno 2010

COMUNICATO STAMPA

AL VIA IL 30 GIUGNO LA QUARTA EDIZIONE DELLA ASPRIA SWIMMING CUP – TROFEO BANCA POPOLARE DI MILANO

La competizione vede scendere in vasca i maggiori campioni di nuoto del mondo per emozionanti sfide e imprevedibili testa a testa


Giunta alla sua quarta edizione, la Swimming Cup 2010 è ormai diventata un appuntamento irrinunciabile per i maggiori nuotatori italiani e internazionali. Un palcoscenico in cui ammirare gli atleti più medagliati del mondo, che si sfideranno nella suggestiva cornice nella piscina olimpionica outdoor da 50 metri dell’Aspria Harbour Club di Milano per due intensi giorni di gare, il 30 giugno e il 1 luglio.

Nel corso della competizione, si sfideranno in emozionanti testa a testa i nomi più significativi del nuoto italiano, come la primatista sui 400 metri stile libero e campionessa di fama mondiale grazie ai record segnati sui 200 e sui 400 metri, Federica Pellegrini, che gareggerà entrambi i giorni, mercoledì sulla lunghezza dei 100 metri e giovedì sui 200 e il due volte campione del mondo nei 100 metri stile libero, Filippo Magnini, che prenderà parte sia alla sfida sui 100 metri sia a quella sui 200.

Moltissimi gli ospiti internazionali attesi, come Peter Vanderkay, lo statunitense oro nella staffetta 4x200 alle ultime olimpiadi, l’australiano Eamon Sullivan, già primatista mondiale dei 100 stile libero, salito sul podio nelle scorse olimpiadi, Therese Alshammar, svedese, che ha detenuto il record mondiale dei 50 farfalla, il russo Arkady Vyatchanin, bronzo olimpico dei 100 e 200 dorso e l’australiano Endrew Lauterstein, bronzo olimpico dei 100 delfino ed ex primatista nella specialità.

Oltre alle sfide tra i big, sono previste anche le competizioni tra i migliori giovani atleti del nuoto lombardo. In entrambi i giorni di gara, infatti, gli esordienti nella disciplina scenderanno in vasca per contendersi la vittoria nei vari stili. La Swimming Cup è un’occasione unica per questi atleti in erba di salire su un palcoscenico di livello internazionale e conoscere da vicino i grandi campioni.

Il meeting internazionale si svolgerà il 30 giugno e il 1 luglio, a partire dalle ore 20. La telecronaca in diretta dell’evento andrà in onda su Rai Sport dalle 20.45 alle 21.45 per entrambi i giorni di gara. Il commento è affidato a Enrico Cattaneo e a Luca Sacchi, commentatore tecnico. La manifestazione ha ottenuto il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Milano, della Città di Milano e della Federazione Italiana Nuoto.





Milano, 29 maggio 2010

INIZIA LA VENDITA DEI BIGLIETTI PER

L’ASPRIA SWIMMING CUP Trofeo BANCA POPOLARE DI MILANO



Da mercoledì 2 giugno alle ore 9,30 si aprono le prevendite per assistere a una delle competizioni più importanti e attese del nuoto italiano. La quarta edizione della Swimming Cup si svolgerà a Milano, nella prestigiosa cornice dell’Aspria Harbour Club, mercoledì 30 giugno e giovedì 1 luglio. Nei due giorni di gara i maggiori campioni italiani e internazionali si sfideranno nella piscina olimpionica outdoor.

L’evento, che inizierà a partire dalle ore 20.00, si terrà in notturna, per dare un tocco di spettacolarità in più alla manifestazione. Il costo del biglietto è di 15 euro più prevendita per un posto nella Tribuna Centrale e di 50 euro più prevendita nella Tribuna Gold. Per prevendite e maggiori informazioni a partire da martedì 1 giugno ore 09.30: www.ticketweb.it

Nel corso del meeting, gli atleti più significativi del panorama internazionale si confronteranno nei diversi stili. Come nelle precedenti edizioni, le competizioni saranno emozionanti testa a testa tra primatisti che disputano le gare anche in specialità non proprie, per offrire uno spettacolo insolito e mai prevedibile. I vincitori si divideranno un montepremi, tra i più consistenti del settore.

La competizione è organizzata da Makers Eventi e comunicazione ed è patrocinata della Regione Lombardia, della Provincia di Milano e del Comune, oltre all’appoggio della Federazione Italiana Nuoto.





Intervista a Patrizia Aste, Amministratore Delegato Breitling Italia

«Breitling ha voluto rinnovare il suo legame e impegno con il mondo marino partecipando, in qualità di sponsor, alla Swimming Cup presso l’Aspria Harbour Club di Milano e presentando il nuovo BREITLING Superocean dal design completamente rivisitato, con un look moderno, giovane e dinamico» ci racconta Patrizia Aste, Amministratore Delegato Breitling Italia.

«Un nuovo orologio dalle prestazioni performanti e dai sistemi sofisticati che ha come suo testimonial Herbert Nitsch, il campione d’apnea che nel 2007 ha conquistato il suo titolo più importante, ancora imbattuto, toccando i 214 metri di profondità nella categoria “no limit”. “The Deepest Man on Earth”, come è definito, ha trovato in BREITLING Superocean un orologio robusto, performante e impermeabile fino a 1.500 metri, il partner ideale con cui affrontare le sue sfide e vivere le sue passion».

L’orologio Breitling Superocean, messo in palio dall’Azienda, è andato a Therese Alshammar, vincitrice della gara a eliminazione australiana, categoria donne.



Intervista a Luca vernoli, Brand Communication manager Alfa Romeo

Alfa Romeo, marchio storico di casa Fiat, partecipa anche quest’anno tra i main sponsor della Swimming Cup. «All’interno di una più ampia sponsorizzazione del Club, - racconta Luca Vernoli, Brand Communication Manager - ci è sembrato coerente dare il nostro appoggio anche ai due eventi principali organizzati dall’Harbour: il torneo di tennis e la competizione di nuoto. Una scelta in linea con lo spirito sportivo del marchio Alfa Romeo, che da sempre segue e sostiene tutti gli eventi che maggiormente esprimono energia e dinamismo».

«E in occasione del lancio della nuova Giulietta, - continua - abbiamo deciso di fare qualcosa di più: un esclusivo servizio di courtesy car che il brand mette a disposizione dell’organizzazione e degli atleti, per provare la nuova vettura. Una brand-experience per vivere in anteprima la nuova Giulietta, che ha da poco debuttato sul mercato».




Milano, 30 marzo 2010

QUARTA EDIZIONE DELLA SWIMMING CUP A MILANO

In gara i maggiori campioni internazionali del nuoto per la tradizionale due giorni dell’Harbour Club Milano

Dopo il grande successo conseguito nelle passate edizioni, torna all’Harbour Club una delle competizioni più attese per il nuoto di casa nostra.
La Swimming Cup, edizione 2010, permetterà ai più grandi campioni italiani e internazionali di sfidarsi nella piscina olimpionica outdoor da 50 metri. Due i giorni di gare previsti, il 30 giugno e il 1 luglio.
La competizione si svolgerà, come nella passata stagione, in notturna, per dare un tocco di spettacolarità in più all’evento e per esigenze televisive.

Nel corso del meeting si confronteranno i più importanti atleti del panorama internazionale. Moltissimi i nomi eccellenti del nuoto italiano che, nel corso delle precedenti edizioni, hanno preso parte alla manifestazione. Tra questi troviamo tutti i protagonisti che hanno permesso al tricolore di sventolare alto durante le competizioni europee, mondiali e olimpioniche.
L’anno scorso Federica Pellegrini, plurimedagliata e campionessa di fama mondiale grazie ai record ottenuti sui 200 e sui 400 metri, ha segnato un ottimo tempo su una distanza non sua come i 100 metri, mentre Filippo Magnini, due volte campione del mondo nei 100 metri stile libero, ha vinto la gara nella sua specialità, bruciando sul tempo il detentore del record assoluto, l’australiano Sullivan
Foltissima anche la schiera di ospiti internazionali.

Le sfide, sui 50, 100 e 200 metri, prevedono un impegno a tutto tondo, che permetterà ai partecipanti di competere nei diversi stili.
L’evento sportivo si coniuga così con lo spettacolo offerto da sfide insolite e da testa a testa fino all’ultimo centimetro di vasca.

La Swimming cup, in onore del suo alto valore agonistico, ha ricevuto il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Milano e del Comune, oltre all’appoggio della Federazione Italiana Nuoto cui appartengono molti dei campioni che si contenderanno la vittoria.
Al termine della competizione, i vincitori si divideranno un montepremi, tra i più ricchi del settore, come riconoscimento del loro valore in questa disciplina.

Milano, in pieno fermento culturale ed economico, anche in vista dell’Expo 2015, si qualifica ancora una volta come uno dei centri nevralgici dello sport italiano. La città darà il benvenuto agli atleti e ai loro accompagnatori che trascorreranno due giorni nel capoluogo lombardo.



Intervista a Francesco Falcone, amministratore unico BikeZone

BikeZone è un’azienda concessionaria di moto e scooter nata nel 1999 con sede a Milano in Viale Certosa 23. Una passione maturata in dieci anni di attività, in grado di offrire servizi rapidi ed efficienti, concorrenziali su tutto il territorio nazionale.
Inizialmente specializzata nella vendita di abbigliamento e accessori, BikeZone ha ampliato i suoi servizi, offrendo ai suoi clienti un’officina specializzata e un ampio servizio di vendita di nuovo e usato di tutte le marche. Dispone di oltre quaranta marchi italiani ed esteri per la ricambistica e per gli accessori del settore.
BikeZone viene incontro al cliente offrendo servizi speciali per l’acquisto, la permuta e l’usato con garanzia, rapidi check di controllo e ogni genere di assistenza sulla carrozzeria.
I numerosi clienti e i risultati degni di nota si fanno garanti dell’efficienza di un servizio nato dalla passione per il mondo dei motori che l’azienda desidera condividere con tutti.
Oggi infatti per la prima volta BikeZone decide di sponsorizzare un evento extra-settore sostenendo la Swimming Cup: non si limiterà solo ad essere presente all’evento, ma metterà in palio anche uno dei suoi scooter per il miglior atleta in gara. «Abbiamo deciso di gratificare la migliore prestazione sportiva con un Garelli 150, un regalo che offriamo come riconoscimento per l’impegno ed il sacrificio degli atleti» dice Francesco Falcone, amministratore unico dell’azienda.

Intervista a Mauro Bonati, general manager Yakult

«Yakult, leader mondiale nel mercato dei probiotici, - ci racconta Mauro Bonati, general manager Yakult Italia - è legata al nuoto da alcuni anni grazie ad una partnership internazionale con FINA che proseguirà fino al 2012. A un anno di distanza dai mondiali di nuoto Roma09, torniamo volentieri “a bordo vasca” in occasione dell’evento sportivo milanese dell’estate, per ammirare i grandi campioni del nuoto e per far conoscere a tutti i partecipanti, appassionati di sport e amanti del benessere, l’esclusiva bevanda probiotica, preziosa per la salute dell’intestino».

«Yakult, da sempre impegnata nel promuovere uno stile di vita sano, crede fortemente nell’importanza dell’attività fisica abbinata ad una corretta alimentazione. La scelta del nuoto non è casuale. Il nuoto infatti incarna valori che ben si coniugano con quelli di Yakult: è uno sport accessibile a tutti e indicato per tutte le età, è lo sport più completo e i suoi benefici sulla salute dell’intero organismo sono universalmente riconosciuti».